La Starlink, la “flotta stellare” di Elon Musk, ha sfilato la notte di Natale sopra i cieli del Nord Italia. Image: AstronautiCAST

La Starlink, la “flotta stellare” di Elon Musk, ha sfilato la notte di Natale sopra i cieli del Nord Italia (Image: AstronautiCAST)

Arrivederci, Giancarlo!

Giancarlo Barbadoro, direttore di Shan Newspaper, ci ha lasciato il 6 agosto 2019.
Tutta la redazione si stringe in un abbraccio di dolore per il vuoto incolmabile che niente riuscirà a riempire. Tuttavia tutto quello che ci ha insegnato, l’impostazione della rivista e lo stimolo continuo che ci arrivava da lui saranno la nostra guida per il futuro. Porteremo avanti la rivista seguendo le sue direttive e il grande know how che il nostro amato Direttore ci ha regalato in questi anni di esaltante e appassionante lavoro.
Arrivederci, Giancarlo!

Shan Newspaper TV


SOS Gaia, il pianeta vivo - Rete7 - Ottava Stagione


Fotogallery







Video

Tutti i video


La vignetta

Artists United for Animals - Natale Vegano

www.artistsunitedforanimals.org



Blog

Tutti i blog



FelicementeVeg






NaturalLifeStyle









La bacheca

Sabato 18 Gennaio 2020 ore 21.30 - LabGraal & Friends Live - The last Shaman - Concerto per gli animali australiani - Tributo a GIANCARLO BARBADORO - Suoneria, Settimo torinese

Giancarlo Barbadoro Al di là della Soglia Tutte le poesie Con opere inedite

Giancarlo Barbadoro-Rosalba Nattero Rama antica città celtica

Giancarlo Barbadoro MEDITAZIONE E ECOSPIRITUALITA' All’origine dello sciamanesimo. Le Hasba dell’Antico.






27 dicembre 2019

Istituto superiore della sanità libera per la prima volta nove macachi utilizzati per la sperimentazione
Dopo una vita trascorsa in gabbia, gli animali utilizzati per studi di immunologia sono stati trasportati al centro di recupero Biological Diversity di Semproniano, provincia di Grosseto, dove la Lega antivivisezione – Lav – è impegnata in progetti di riabilitazione di animali sfruttati, e saranno poi liberati. La decisione è stata presa del presidente dell’Iss Silvio Brusaferro che si allinea alla legge con cui nel 2014, in applicazione di una direttiva europea, l’Italia si impegnò a evitare la sperimentazione animale e ad adottare metodi alternativi.


26 dicembre 2019

Lo YouTuber più ricco del mondo, secondo la rivista Forbes, ha 8 anni, recensisce giocattoli e nel 2019 ha guadagnato 26 milioni di dollari.
Il suo nome è Ryan Kaji e il suo “business” sono le recensioni dei giocattoli che fa in dei video quotidiani che, giorno dopo giorno, hanno fatto guadagnare davvero una fortuna al piccolo titolare del canale YouTube “Ryan’s World”. A seguire i suoi video sono 22.9 milioni di abbonati, i quali costituiscono la fan base del bambino, mentre ogni giorno altre migliaia di persone guardano i suoi video-commenti anche senza l’abbonamento.


23 dicembre 2019

Il cervello estende la percezione del corpo agli strumenti che teniamo in mano
Per la prima volta è stato dimostrato che uno strumento che stringiamo tra le mani viene trattato dal cervello come estensione del corpo. Lo studio, condotto da un gruppo di ricerca internazionale cui ha partecipato anche il Dipartimento di Psicologia di Milano-Bicocca, ha dimostrato che il nostro cervello applica la percezione tattile del corpo ad un oggetto, come un’estensione del corpo.
L’esperimento apre nuove strade per la realizzazione di protesi sempre più precise, in grado di adattarsi al corpo.


20 dicembre 2019

La scoperta dell'anno secondo Science
La prima foto di un buco nero è la scoperta dell'anno secondo la rivista Science: "un'impresa che era considerata impossibile" e che invece ha finalmente "reso visibile l'oscurità", grazie al lavoro di oltre 200 ricercatori del grande progetto internazionale Event Horizon Telescope (EHT), finanziato dalla Commissione Europea e al quale l'Italia ha partecipato con Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).


19 dicembre 2019

L'intelligenza artificiale completerà la decima sinfonia di Beethoven
Far rivivere il genio musicale di Ludwig van Beethoven: è questa l'ultima ambiziosa sfida dell'intelligenza artificiale, che dopo aver studiato attentamente le opere del celebre compositore tedesco, sta cercando di completare con lo stesso stile la decima sinfonia, rimasta incompiuta alla sua morte nel 1827.
Il progetto, guidato da Matthias Roder del Karajan Institute di Salisburgo, ha prodotto i primi risultati non troppo convincenti, ma i ricercatori assicurano che sono solo una bozza di quello che verrà preparato per le grandi celebrazioni previste a Bonn per i 250 anni dalla nascita del maestro.


12 dicembre 2019

Circa il 40% delle specie di piante esistenti sulla terraferma è a rischio per i cambiamenti climatici. Lo indica lo studio condotto dal gruppo dell'Università americana dell'Arizona coordinato da Brian Enquist, pubblicato sul numero speciale della rivista Science Advances per la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima 2019, la Cop25. Si tratta di piante abituate a climi stabili e quindi più vulnerabili agli effetti del riscaldamento globale. Molte di queste piante sono minacciate dalle attività umane, come l'agricoltura, lo sviluppo delle città e il consumo di suolo.


11 dicembre 2019

La Groenlandia ha perso circa 3.800 miliardi di tonnellate di ghiaccio tra il 1992 e il 2018. Il dato rispecchia previsioni pessimistiche rispetto al riscaldamento del pianeta.


10 dicembre 2019

Grazie agli sforzi di protezione ambientale, dieci specie hanno migliorato il loro status. Una di queste, l’Hypotaenidia owstoni, un uccello di Guam, era considerata estinta in ambiente selvatico. Secondo l’Iucn, le specie minacciate di estinzione sono 30.178.


3 dicembre 2019

Le espressioni dei gatti che non sappiamo interpretare
In generale, sappiamo che quando un gatto fa le fusa è un gatto contento. Mentre uno che inarca la schiena e soffia, lo è molto, ma molto, di meno. Tuttavia, a parte specifici e abbastanza chiari atteggiamenti, le espressioni del muso dei gatti non ci dicono molto su cosa stanno provando. O meglio, molti di noi non sono capaci di interpretarle. A riferirlo è un nuovo studio dei ricercatori dell’Università di Guelph, in Ontario, secondo cui sebbene i gatti abbiano la reputazione di essere imperscrutabili, molto spesso siamo noi a non essere in grado di leggere i loro stati emotivi e le loro sottili espressioni.


25 novembre 2019

Una quinta forza della natura?
In natura potrebbe esistere una quinta forza, finora sconosciuta, oltre alle due interazioni nucleari, la debole e la forte, che tengono insieme l’atomo, a quella gravitazionale e alla forza elettromagnetica. La sua impronta è legata all’esistenza di una nuova particella. A trovarne le tracce, i fisici dell’Istituto per la Ricerca Nucleare dell’Ungheria.
Secondo gli autori dello studio, la quinta forza è legata ad alcune anomalie della teoria di riferimento della fisica, il cosiddetto Modello Standard. Come le altre quattro, anche la nuova forza sarebbe associata a una particella mediatrice. I fisici pensano di avere trovato le impronte di questa ipotetica particella, che hanno chiamato X17, in alcuni strani comportamenti del nucleo dell’atomo di elio eccitato, analoghi a quelli riscontrati in passato dallo stesso gruppo in un altro atomo, il berillio.


3 ottobre 2019

Ricercatori della Chalmers University of Technology in Svezia e dell'Istituto Nazionale di Chimica in Slovenia hanno recentemente annunciato la scoperta di un nuovo concetto di batteria ad alluminio che promette di avere una capacità energetica doppia rispetto alle attuali batterie agli ioni dl litio. Il nuovo concetto è anche significativamente meno costoso, in quanto l'industria di produzione e riciclo dell'alluminio è già ben sviluppata e i materiali utilizzati sono molto più comuni e facili da reperire.


2 ottobre 2019

Entro i prossimi due anni molto probabilmente scopriremo se su Marte ci sia o ci sia stata vita, e in caso affermativo si aprirà uno scenario completamente inedito, rivoluzionario, non solo per la comunità scientifica, ma per l'intera umanità. È questo il succo di un'intervista rilasciata al quotidiano britannico The Sunday Telegraph dal dottor Jim Green, direttore della Divisione di Scienze Planetarie della NASA. Lo scienziato si è detto preoccupato perché pensa che siano vicini a dover fare questo annuncio epocale, aggiungendo che, in caso affermativo inizierebbe una “nuova linea di pensiero”, e che il mondo non è preparato per questo.


1° ottobre 2019

Il nuovo report Greenpeace “Throwing away the future: how companies still have it wrong on plastic pollution solutions”, evidenzia l’inutilità delle soluzioni che le aziende stanno trovando per contrastare l’utilizzo della plastica. Dalla carta al biodegradabile, secondo il report le soluzioni implementate sino ad oggi sarebbero completamente inutili, quando non addirittura controproducenti.


1° ottobre 2019

Le balene, e in particolar modo quelle più grandi come la balenottera azzurra e la balenottera comune, giocano un ruolo preziosissimo nell'eliminazione dell'anidride carbonica (CO2) immessa in atmosfera, contribuendo a contrastare il riscaldamento globale alla base dei cambiamenti climatici. In parole semplici, il loro ecosistema cattura ogni anno il 40 percento del principale dei gas serra prodotto naturalmente e dall'uomo, cioè circa 37 miliardi di CO2, una quantità equivalente a quella assorbita da 1.700 miliardi di alberi. È decine e decine di volte superiore a quella “catturata” da tutte le piante ad alto fusto presenti nei più grandi Parchi Nazionali degli Stati Uniti, e quattro volte in più di quella di tutta la Foresta Amazzonica.


30 settembre 2019

Lungo l'area costiera dell'Antartide orientale, dove si trova la calotta glaciale più grande del pianeta, sono stati scoperti oltre 65mila laghi di fusione sovraglaciali, cioè posti sopra al ghiaccio. Questi bacini d'acqua sono l'effetto dei cambiamenti climatici catalizzati dai fattori antropici, come le intense emissioni di anidride carbonica (CO2) nell'atmosfera. A scoprirli un team di ricerca britannico guidato da scienziati dell'Università di Durham, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi del Lancaster Environment Centre / Data Science Institute presso l'Università di Lancaster.


30 settembre 2019

La European Red List of Trees, la lista rossa europea degli alberi, ha valutato lo stato di conservazione delle 454 specie arboree originarie del continente europeo e ha scoperto che ben il 42%, degli alberi sono minacciati di estinzione, a livello regionale. In generale, per gli alberi endemici, cioè quelli che non esistono in altre parti della Terra, la minaccia di estinzione è del 58% e il pericolo di estinzione riguarda il 15%. A minacciare i nostri alberi sono per lo più le specie invasive introdotte dall’essere umano, ma anche i parassiti e le malattie, così come i cambiamenti climatici.


28 settembre 2019

Ai tempi dell'Inghilterra vittoriana, una famiglia timorata di dio seppellì un gigantesco fossile di ittiosauro per non mettere a rischio le proprie credenze cristiane. Ora, dopo circa 150 anni la famiglia ha cambiato idea e ha dissotterrato il notevole fossile preistorico.
Il fossile di ittiosauro era stato scoperto nel 1850 dalla famiglia del produttore di sidro Julian Temperley in una cava nel Somerset, Inghitlterra. Dopo la scoperta, decisero di seppellirlo per evitare lo spiacevole pensiero di "rifiutare dio".
Il segreto fu tenuto in famiglia, fino ad oggi. L'attuale erede della famiglia Temperley infatti ha deciso di renderlo pubblico. Non solo, un'immagine del cosiddetto "Ittiosauro di Temperley" presto andrà a decorare l'etichetta del sidro prodotto dall'azienda della famiglia Temperley.


27 settembre 2019

Elon Musk, il CEO e fondatore della compagnia aerospaziale privata SpaceX (oltre che di Tesla), ha svelato innanzi a una platea di giornalisti e invitati speciali la Starship Mk I, il primo prototipo dell'astronave che ci riporterà sulla Luna e che ci permetterà di conquistare Marte. In realtà il primissimo veicolo spaziale sperimentale alla base del progetto Starship è stato lo “Starhopper”, un piccolo razzo che ha dimostrato l'efficacia della propulsione con un balzo controllato alla fine di agosto. La Starship Mk I sarà a pronta a compiere i primi voli sperimentali entro sei mesi.


25 settembre 2019

Il secondo visitatore interstellare intercettato nel Sistema solare è una cometa aliena, come ipotizzato sin dalla sua scoperta avvenuta il 30 agosto scorso. Lo ha confermato l'Unione Astronomica Internazionale (UAI) dando anche un nome ufficiale all'oggetto proveniente dallo spazio profondo, ovvero 2I/Borisov. Al momento l'oggetto non è ancora ben visibile, ma lo diventerà avvicinandosi al Sole e cambiando posizione sulla volta celeste; sulla base dei calcoli degli scienziati sarà possibile osservarlo e studiarlo per almeno un anno intero.


12 settembre 2019

Come ogni anno, sono stati assegnati i premi Ig Nobel Prizes alle ricerche scientifiche che "fanno ridere, ma anche pensare". Ecco l'elenco dei paesi vincitori e dei relativi studi premiati:
Medicina (Italia, Olanda): “Consumo di pizza e rischio di cancro al seno, ovaie e prostata”. Lo studio ha dimostrato che la pizza potrebbe proteggere dal cancro, ma solo se preparata e mangiata in Italia.
Educazione medica (USA): "L'uso di un programma basato sul condizionamento comportamentale per insegnare semplici tecniche chirurgiche è più efficace del normale metodo di insegnamento tramite dimostrazione pratica?". La risposta è, tragicamente, sì.
Biologia (Singapore, Cina, Germania, ecc.): "Biomagnetizzazione dello scarafaggio americano in vivo"
Anatomia (Francia): "Asimmetria termica dello scroto umano"
Chimica (Giappone): "Stima del volume totale di saliva prodotta giornalmente dai bambini di cinque anni"
Ingegneria (Iran): "Apparato e metodo per il lavaggio e il cambio di pannolini degli infanti"
Economia (Turchia, Olanda, Germania): "Denaro e trasmissione di batteri" che risponde all'annosa questione di quale sia il tipo di banconota al mondo più efficace nel diffondere batteri.
Pace (UK, Arabia Saudita, Singapore, USA): "La piacevolezza di grattarsi: una valutazione psicofisica e topografica"
Psicologia (Germania): "Inibizione e facilitazione delle condizioni del sorriso umano: un test non intrusivo dell'ipotesi del feedback facciale". Lo studio ha dimostrato una volta per tutte che tenere una penna in bocca facilita il sorriso, ma non rende più felici.
Fisica (USA, Taiwan, Australia, ecc.): "Come fanno i vombati a fare la cacca cubica?". Cacca quadra e vombati, mistero risolto.


1° luglio 2019

In Giappone è ricominciata la caccia alle balene per fini commerciali dopo più di 30 anni.
La pesca di questi cetacei era stata interrotta nel 1986 in seguito a una moratoria dell’International Whaling Commission (IWC), l’organizzazione internazionale che si occupa di regolare la caccia alle balene nel mondo.
Non è ancora chiaro cosa possa aver spinto il governo giapponese a riprendere questa strada, forse la volontà di ridare vita a un’antica tradizione. Sta di fatto che, nel corso degli ultimi anni, il consumo di carne di balena è nettamente calato.


26 giugno 2019

Scoperti tre pianeti alieni con massa simile alla Terra.
Orbitano attorno alla stella L 98-59, ad appena 35 anni luce dal Sole. Uno dei tre, di dimensioni comprese tra Marte e la Terra, è tra i più piccoli mondi mai individuati. Li ha scovati il telescopio spaziale Tess (Transiting Exoplanet Survey Satellite) della Nasa, nella costellazione australe del Pesce Volante.


21 giugno 2019

Sorprendenti risultati del "test del portafoglio".
Un esperimento sociale condotto come una candid camera in 355 città di 40 Paesi, Italia compresa, ha avuto risultati sorprendenti.
Camuffati da anonimi passanti, i ricercatori sono entrati in banche, teatri, musei, uffici postali, hotel e stazioni di polizia, per consegnare un portafoglio, dicendo di averlo trovato casualmente per strada e chiedendo di restituirlo al proprietario di cui erano presenti alcuni documenti personali, una lista della spesa e a volte dei contanti di valore variabile.
Contro ogni previsione, le persone interpellate provavano a rintracciare il proprietario del borsellino soprattutto se conteneva denaro: la probabilità era tanto più alta quanto maggiore era il valore economico in esso contenuto.
Dallo studio emerge una classifica dei Paesi più onesti: si va dalla Svizzera, dove è stato restituito l'80% dei portafogli con soldi, fino alla Cina, con poco più del 20%. L'Italia sta a metà strada, intorno al 50%, insieme a Paesi come Grecia e Cile.


17 giugno 2019

L'odore di vecchio inizia a 30 anni: lo dice la scienza.
Secondo quanto emerso da una ricerca condotta dal Consiglio Nazionale delle Ricerche spagnolo, raggiunti i 30 anni il corpo inizia a emanare una particolare esalazione che è da sempre presente nel nostro organismo, ma che prima di questa età è difficilmente percepibile.
A provocare questo "odore di vecchio" è una molecola che è direttamente connessa con alle alterazioni delle fragranze del corpo, ed è necessaria in natura per individuare i partner più giovani con i quali procreare.


17 giugno 2019

Le donne single sono più felici: lo dice la scienza.
Non solo sono più felici degli uomini, ma non hanno neanche fretta di trovare un partner per non restare sole.
Lo afferma un’indagine svolta in Inghilterra da una società di ricerche di mercato, secondo cui il 75 per cento delle donne sole, contro il 70 per cento degli uomini, hanno raccontato di non essersi impegnate nell’ultimo anno per trovare un partner.
Il 61 per cento delle intervistate ha anche aggiunto di essere felice della propria condizione sentimentale, contro il 49 per cento degli uomini.
Il motivo? Gli esperti spiegano che per una donna essere in una relazione è più faticoso che per un uomo perché comporta un aumento del lavoro in casa e implica un intenso supporto emotivo per il partner.
Per un uomo invece avere una relazione vuol dire lavorare di meno.


14 giugno 2019

Il sesso: una risposta dell’evoluzione al cancro.
Il sesso protegge dal cancro. Perlomeno in senso evoluzionistico. Lo sostiene un team multidisciplinare guidato da Frédéric Thomas, studioso di malattie infettive ed evoluzione all'Università di Montpellier, in Francia: la riproduzione sessuata si sarebbe evoluta, fra l'altro, per proteggere i primi organismi pluricellulari da un'invasione di cellule tumorali trasmissibili.


13/06/2019

Chi fumò per primo?
I primi a fumare cannabis furono i cinesi, addirittura 2.500 anni fa. A rivelarlo è una ricerca condotta da un team tedesco/cinese che ha analizzato antiche tombe in cui sono stati ritrovati resti di piante con effetti stupefacenti.
I ricercatori hanno analizzato ceramiche rinvenute in 8 tombe del cimitero zoroastriano di Jirzankal. Sulle pietre sono state trovate piante di cannabis con alti livelli di tetracannabinolo (il thc, ovvero il principio psicoattivo della pianta). L'ipotesi è che la cannabis veniva fumata durante le cerimonie di sepoltura, forse come mezzo per comunicare con l’aldilà. La cannabis è poi stata diffusa in tutto il mondo attraverso gli scambi della Via della Seta.


24 aprile 2019

La Cina costruirà una base sulla Luna entro 10 anni.
L’agenzia spaziale cinese conferma l’intenzione di voler costruire una stazione umana sulla Luna dichiarando, in un comunicato dell’agenzia di stampa ufficiale Xinhua, che la costruzione dovrebbe avvenire entro i prossimi decenni.
Oltre a ciò cinesi prevedono di lanciare una sonda su Marte entro il 2020 e di lanciare un ulteriore sonda sulla Luna, la quinta Chang’e, entro la fine di quest’anno.
Infine, entro la prima metà del 2020 il razzo Lunga Marcia 5B farà il suo primo volo trasportando in orbita intorno alla Terra le prime sezioni della stazione spaziale cinese già pianificata da qualche anno e denominata Tiangong (“palazzo paradisiaco”). A ciò si aggiungeranno una missione per esplorare asteroidi.


24 aprile 2019

La barba dell'uomo contiene più germi del pelo dei cani.
I medici della clinica Hirslanden in Svizzera hanno confrontato i livelli di microrganismi patogeni umani prelevati da un piccolo campione di 18 ragazzi barbuti e 30 cani.
Con loro grande sorpresa, gli uomini barbuti sembravano essere più un rischio per la salute rispetto ai cani. Tutti e 18 gli uomini hanno mostrato un'elevata conta microbica, mentre solo 23 dei 30 cani avevano una conta microbica elevata e sette avevano una conta microbica moderata. Peggio ancora, sette barbe su 18 contenevano microrganismi patogeni umani, tra cui Enterococcus faecalis e Staphylococcus aureus, mentre solo quattro su 30 cani ospitavano tali patogeni.
"Sulla base di questi risultati, i cani possono essere considerati 'puliti' rispetto agli uomini barbuti", conclude lo studio.


23 aprile 2019

Il Costa Rica vuole eliminare i combustibili fossili entro il 2050.
Il governo del Costarica ha annunciato di voler mettere in atto nuove disposizioni onde arrivare ad un 70% di trasporti pubblici alimentati dall’elettricità entro 2035 e al 100% entro il 2050.
Il piano non riguarderà solo i trasporti pubblici ma anche altri settori, tra cui l’industria, la coltura e l’allevamento.
Lo stesso governo ha inoltre in programma un piano di rimboschimento per aumentare le zone forestali dal 50 al 60% dell’intero territorio del paese.


19 aprile 2019

Triplicata la plastica nell'oceano: le prove in 60 anni di dati.
Negli ultimi decenni, in particolare dal 2000, la quantità di plastiche disperse nell'Oceano Atlantico è aumentata di circa tre volte: il fenomeno sul lungo periodo è stato documentato per la prima volta analizzando i diari di bordo di imbarcazioni che portavano a rimorchio strumenti per il monitoraggio del plancton
È la prima volta che i ricercatori dimostrano l'aumento delle materie plastiche oceaniche utilizzando un unico set di dati a lungo termine. L'analisi è stata pubblicata il 16 aprile su "Nature Communications".


18 aprile 2019

La Luna perde acqua ad ogni colpo.
Un recente studio suggerisce che l'impatto di asteroidi sulla superficie lunare, oltre che creare crateri di varie dimensioni e disperdere polvere e detriti nello spazio, provoca anche la perdita di acqua da parte della luna stessa . Si parla di quasi 200 tonnellate di acqua all’anno.
I ricercatori della NASA e dell’Università Johns Hopkins sono arrivati a questa conclusione non sono analizzando diversi modelli di impatti di meteoroidi sul suolo lunare ma anche analizzando i dati raccolti dal Lunar Atmosphere e Dust Environment Explorer (LADEE), una sonda spaziale della NASA lanciata nel 2013 in orbita intorno alla Luna la cui missione durò qualche mese.


18 aprile 2019

Un secondo pianeta nel sistema Proxima Centauri.
Gli astronomi potrebbero aver rilevato un secondo pianeta attorno a Proxima Centauri, la stella più vicina al nostro sistema solare.
Soprannominato Proxima c, sarebbe una cosiddetta super-Terra, con una massa minima di circa sei volte quella del nostro pianeta.
Il suo periodo di rivoluzione di circa 1900 giorni probabilmente lo renderebbe un posto gelido, inospitale, distante dalla sua stella - una nana rossa, lontana da noi circa quattro anni luce e molto più piccola e più luminosa del nostro familiare Sole giallo - circa una volta e mezza la distanza tra il Sole e la Terra.
Se la sua presenza fosse confermata, il nuovo mondo sarebbe compagnia a Proxima b, un pianeta di massa approssimativamente simile a quella della Terra, scoperto nel 2016.


24 febbraio 2019

La testuggine Fernandina non è estinta. È stata ritrovata nell'Arcipelago delle Galapagos una tartaruga gigante, endemica dell'isola Fernandina, che si credeva estinta da più di 100 anni: lo ha reso noto il quotidiano ecuadoriano El Universo. L'esemplare, una femmina adulta appartenente alla specie Chelonoidis Phantasticus, è stata scoperta il 17 febbraio, durante una spedizione sull'isola di Fernandina dal Parco nazionale delle Galápagos e dalla Galápagos Conservancy. L'ultimo avvistamento ufficiale di un membro di questa specie risale al 1906.


21 febbraio 2019

L'atmosfera terrestre si estende fino alla Luna e oltre. Secondo una recente ricerca, l'atmosfera esterna della Terra si estende molto più del previsto, arrivando a 630.000 chilometri dalla Terra, ovvero circa 50 volte il diametro del nostro pianeta. Ovviamente, a quella distanza l'atmosfera è troppo rarefatta per essere respirabile, ma questa scoperta ha implicazioni importanti per i viaggi nello spazio e le osservazioni astronomiche.


20 febbraio 2019

Sentenza storica delle corti della Tanzania: Yang Feng Glan, cittadina cinese accusata di aver trafficato in 14 anni ben 860 zanne d'avorio per un totale di quasi 1,9 tonnellate, è stata condannata a 15 anni di carcere. Nel riferirlo, il Wwf ricorda che era considerata la "regina d'avorio" per il suo ruolo nel contrabbando dalla Tanzania agli acquirenti internazionali che rifornivano i consumatori in Asia.


30 dicembre 2018

Il ritorno di El Niño. Secondo i ricercatori della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) le condizioni nel Pacifico tropicale sono tali da poter affermare che "El Niño" è tornato. Il fenomeno si riferisce alla circolazione di acque più calde intorno al Pacifico centrale, che influenzano le condizioni meteorologiche di molti paesi che si affacciano sull'oceano. Sulla base delle previsioni, non dovremmo aspettarci un El Niño forte, come nel 2016. Il fenomeno di El Niño e la sua controparte più fredda, La Niña, hanno effetto sul clima dell'intero pianeta


30 novembre 2018

Due settori industriali che uccidono più persone di quante ne impiegano. Le industrie americane del carbone e del tabacco uccidono ogni anno più persone di quante ne impiegano, secondo una ricerca recentemente pubblicata sulla rivista Social Sciences. L'industria del carbone impiega 51.795 americani, ma le sono attribuite 52.015 morti premature causate dall'inquinamento atmosferico dovuto all'uso del carbone per produrre elettricità. L'industria del tabacco impiega poco più di 124.000 lavoratori statunitensi, ma causa più di 0,5 milioni di morti attraverso l'esposizione diretta e indiretta al fumo. I risultati della ricerca sono scioccanti: ogni posto di lavoro nell'estrazione di carbone negli Stati Uniti reclama letteralmente una vita americana ogni anno, mentre per gli impieghi nel settore del tabacco il tributo in vite umane è quattro volte maggiore.


30 luglio 2018

Per la prima volta, è stato riprodotto in laboratorio il primo mini cervello umano completo, un "organoide" contenente tutti i tipi di cellule appartenenti alla corteccia, la parte più evoluta dell’organo. I ricercatori potranno sfruttarlo come una sorta di laboratorio naturale, effettuando analisi e studi approfonditi in merito al comportamento del cervello e cercare di risalire all’origine di diverse malattie neurologiche per poi lavorare alla messa a punto di nuovi farmaci. I risultati dello studio condotto dal team dell’americana Case Western Reserve University sono stati pubblicati sulla rivista Nature Methods e spiegati da Paul Tesar, che ha coordinato i lavori.
Il mini cervello umano riprodotto rientra nell’ambito della cosiddetta tecnologia degli organoidi che, a partire dalle staminali, porta a dar forma ad organi uman! i in provetta. Una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda il lavoro di studio del tessuto umano in laboratorio. Che con questa novità si evolve ulteriormente: infatti ad oggi i ricercatori non erano ancora riusciti a creare organoidi del cervello completi poichè non contenevano gran parte delle cellule della corteccia e, nella fattispecie, gli oligodendrociti.


25 luglio 2018

Scoperta un'enorme riserva di acqua liquida sotto la superficie del pianeta rosso. Si trova a un chilometro e mezzo di profondità e si estende trasversalmente per 20 chilometri sotto la calotta polare meridionale di Marte. Potrebbe trattarsi di acqua salmastra che rimane allo stato liquido, nonostante le bassissime temperature, anche per effetto della pressione del ghiaccio sovrastante, come avviene per i laghi sub-glaciali scoperti sulla Terra.
La presenza di acqua su Marte è oggetto di! studio da decenni. Si sa che nell’atmosfera del pianeta sono presen ti piccole concentrazioni di vapore acqueo, e che la superficie marziana è punteggiata da strati di ghiaccio. In corrispondenza dei poli, inoltre, si osservano spesse coltri glaciali, simili a quelle terrestri.


20 luglio 2018

L'analisi dei racconti di migliaia di soggetti sui primi ricordi dell'infanzia ha mostrato che nel 40 per cento dei casi si tratta probabilmente di un mosaico di sensazioni e immagini derivate da fotografie o racconti dei familiari, quindi non di memorie di eventi reali.
I primi ricordi dell’infanzia sono custoditi da ciascuno di noi come qualcosa di estremamente prezioso e personale. Ma per quattro persone su dieci, si tratta di ricordi almeno in parte falsi. Lo ha suggerito, sulla base di una ricerca sperimentale pubblicata su “Psychological Science” una collaborazione tra università del Regno Unito.
Secondo la i ricercatori, questo è dovuto almeno parzialmente al fatto che i sistemi che ci permettono di ricordare le esperienze sono molto complessi e quindi è necessario aspettare i 5-6 anni di età affinché inizino a consolidarsi ricordi ti tipo adulto; in parte perché dev’esserci un sufficiente grado di maturazione neurobiologica e in parte per come la mente inizia a comprendere il mondo.


2 luglio 2018

Venerdì 13 aprile 2029 un enorme asteroide passerà più vicino alla Terra di quanto non sia la Luna, e sarà facilmente osservabile ad occhio nudo.

Si chiama Apophis ed è largo oltre 300 metri. Nel 2029 questo grosso asteroide sfiorerà la Terra, passando ad appena 30mila kilometri dalla superficie terrestre, una distanza ridicola dal punto di vita astronomico.

Apophis sfreccerà a una velocità di oltre 110mila kilometri orari, a una distanza molto inferiore a quella della Luna.


22 giugno 2018

L’aquila cuneata, il più grande rapace australiano, è così territoriale che, per difendere il nido, aggredisce alianti, droni e perfino piccoli elicotteri.

i E’ il più grande rapace dell’Australia. Con lunghe e ampie ali e una coda indistinguibilmente a forma di cuneo, passa tantissimo tempo in volo, librandosi per diverse ore e apparentemente senza sforzo.

Raggiunge tranquillamente altezze di 1800 metri, e a volte arriva molto più in alto. È solita appollaiarsi in cima ad alti alberi o dirupi, da cui può avere una visuale ampia dei territori circostanti. L’aquila cuneata pattuglia continuamente il proprio territorio, e ne reclama il possesso con violenza, tuffandosi sugli intrusi dall’alto. Si tratta dell’unico uccello così territoriale da attaccare alianti e paracaduti, ma anche droni militari e piccoli elicotteri.


2 giugno 2018

Sull'isoletta Middle Island (Australia) i cani pastori fanno da guardia a una colonia di pinguini: nel 2006 ne erano rimasti solo 10 esemplari a causa delle volpi; oggi ce ne sono oltre 200.

Middle Island è una bella isoletta ventosa in Australia, che ospita una colonia della più piccola specie di pinguini, di dimensioni comprese tra i 30 e i 40 centimetri. Un tempo ce ne erano centinaia su Middle Island, ma quando sono arrivate le volpi la popolazione è stata ridotta tragicamente, al punto che se ne trovava solo una decina. Nel momento peggiore, nel 2005, le volpi hanno ucciso addirittura 360 pinguini in due sole notti.

L’isola non è abitata dagli umani, ma dista dalla costa soltanto una trentina di metri. Quando c’è bassa marea le volpi possono giungervi dalla terraferma bagnandosi soltanto le zampe, ed è così che questi animali hanno scoperto la colonia di pinguini.

Un contadino ha suggerito di mandare uno dei suoi pastori abruzzesi in protezione dei pinguini. In Australia, i pastori abruzzesi (nome completo: Cane da pastore maremmano abruzzese) sono usati per proteggere i polli o le pecore. Da quando il cane è stato mandato sull’isola, neanche un pinguino è stato ucciso, e la colonia è tornata a contare almeno 200 esemplari. La vicenda ha anche ispirato un film.


20 maggio 2018

In Colombia c’è un cane che, dopo aver visto degli studenti dare banconote al commesso di un banchetto in cambio di cibo, ha iniziato a portargli delle foglie, in cambio di croccantini.

Si chiama Negro (“nero” in spagnolo) e vive nei pressi di un istituto tecnico di Monterrey. Il cane gira liberamente per i dintorni della scuola. A volte, gli studenti gli compravano dei biscotti nel banchetto della scuola, ma un giorno il cane ha deciso di provarci da solo. Dopo aver osservato accuratamente, il cane ha avuto un’intuizione spettacolare, ed è comparso con una foglia in bocca, scodinzolando. In cambio della foglia Negro ha ricevuto un biscotto, e da allora va a “comprarne” uno ogni giorno.

Gli abitanti del luogo sono rimasti commossi dal modo in cui Negro è riuscito ad esprimersi e a comunicare. Ma soprattutto stupidi dalla sua incredibile intelligenza.




Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube