Viaggi

Alla scoperta della capitale del Benin

Stampa E-mail
08 Gennaio 2017
|
La Statua del re Toffa I in  Piazza Bayol a Porto-Novo
La Statua del re Toffa I in Piazza Bayol a Porto-Novo

Porto-Novo, la città dai tre nomi


Localizzato al sud del Benin, nel dipartimento dell'Ouémé, Porto-Novo è la capitale del Benin.

Questa città è installata su un altopiano ed è circondata da una laguna che comunica col mare a Cotonou. Si estende su una superficie di 5200 ettari con una popolazione stimata circa 300.000 nel 2013.

La popolazione di Porto-Novo è il risultato delle correnti migratorie venute dall'Est e dall'Ovest del Benin, e dall’America in momenti differenti.

Le etnie che si trovano nella capitale sono: gli Yoruba, i Gun, gli Aguda, i Wémè, i Toli, i Setto ed i Toffin. I Gun sono i più numerosi, mentre gli Yoruba rappresentano circa il terzo della popolazione urbana.

A 32 km da Cotonou, Porto-Novo, prima di essere capitale di una colonia e di un Paese, nel corso di parecchi secoli è stata un regno che sparì all'inizio del XX secolo.

Città dai tre nomi (Adjachè, Xogbonou, Porto-Novo), la capitale del Benin è stata segnata dalle differenti correnti migratorie che l'hanno attraversato e che hanno lasciato la loro impronta attraverso i diversi tessuti architettonici che sono assolutamente da scoprire. Porto-Novo è una cornice ideale per un weekend, da soli o con la famiglia, per il vostro riposo ed il vostro piacere.


Itinerari

1) Piazza Bayol: Situata all'entrata di Porto-Novo, la piazza ospita i locali dell'Ufficio del  Turismo della città che vi accoglie e vi orienta. In alcuni minuti, potete farvi raccontare la storia di Xogbonou.

2) Obelisco Zangbéto Kpakliyaou: Creazione di Tè-Agbanlin, lo Zangbéto è considerato come una polizia notturna che assicurava la sicurezza dei re nel regno di Xogbonou. Scoprite il ruolo e l'importanza della società segreta Zangbéto nel regno.

3) Piazza Ogagbami: Oga sarebbe stato seppellito vivo in questo luogo da Tè-Agbanlin, fondatore del regno di Xogbonou. Rivivete i momenti forti di una storia triste attraverso un atto ignobile.

4) Canterellata Honmè: Maestosamente installato nel vecchio palazzo della funzione dei re di Xogbonou, questo museo è un vero gioiello architettonico, di un'originalità sorprendente.

5) Prima abitazione di Tè-Agbanlin: Apprezzate l'intelligenza e l'astuzia utilizzata da Tè-Agbanlin per costruire questa immensa casa per la sua sposa nella città di Adjatchè. Segnò così la strada per fondare più tardi il regno di Xogbonou, che governò per 41 anni.

Il Museo Honmè a Porto-Novo
Il Museo Honmè a Porto-Novo

6) Tempio Avessan: Andate alla scoperta della storia di un mostro a nove teste e tre cacciatori nigeriani alla ricerca di selvaggina.

7) Palazzo estivo del re Toffa 1°: Scoprite il palazzo estivo del re Toffa 1° e la storia di questo pioniere della colonizzazione francese.

8) Concessione dei 13 lignaggi a Lokossa: Fatevi raccontare la storia di una delle prime collettività che si installarono a Porto-Novo.

9) Il mercato centrale: Questo mercato vi dà l'opportunità di abituarvi alla vita quotidiana di una popolazione molto accogliente ed ospitale. Si può acquistare ogni genere di articoli: dagli oggetti rituali ai casalinghi e ai prodotti alimentari.

10) La casa del Patrimoine: Questa vecchia casa afro-brasiliana costruita nel 1912, è stata riadattata in un cantiere-scuola per gli alunni del liceo tecnico di Porto-Novo. Ospita oggi la direzione del municipio di Porto-Novo e si incarica della protezione e della valorizzazione del patrimonio architettonico e culturale.

11) Collettività dei fabbri Dakpogan: Visitate i laboratori e le fucine per la lavorazione del ferro per constatare di persona il posto di questi artigiani nel vecchio regno di Xogbonou e nella vita quotidiana della popolazione, malgrado l'evoluzione socioculturale.

12) Il Palazzo dei governatori ed i servizi amministrativi dell’ambiente : Un incontro con il governo francese del Dahomey e le sue architetture.

13) Il Giardino delle Piante e della Natura: Una piccola gita vi permetterà di scoprire le scimmie a ventre bianco e di scoprire alberi centenari, piante medicinali, specie aromatiche e condimenti.

14) Adjinahonto: Andate a comprendere la vita religiosa che distingue la coabitazione delle religioni tradizionali.

15) Statua del re Toffa 1°: Facciamo una conoscenza più ampia del re Toffa 1° e diciamo arrivederci con la sua benedizione, all'ombra della sua imponente statua.


L’Obelisco Zangbéto Kpakliyaou
Il simboli della Società Segreta dello Zangbéto Kpakliyaou
Il mercato di Porto-Novo dove si trovano in vendita oggetti rituali insieme ad altri prodotti della quotidianità
L’Obelisco Zangbéto Kpakliyaou Il simboli della Società Segreta dello Zangbéto Kpakliyaou Il mercato di Porto-Novo dove si trovano in vendita oggetti rituali insieme ad altri prodotti della quotidianità



Ange Yvon Hounkonnou, Poeta dell’Ecospiritualità. Promotore per l’Africa Occidentale dell’Ecospiritualità. Presidente dell’Ecospirituality Foundation Benin

|