Megalitismo

I Petroglifi degli Algonchini

Stampa E-mail
17 Ottobre 2011
|

Immagini dei petroglifi dell’Ontario, Canada

Tracce di cultura vikinga in Canada


I petroglifi di Peterborough sono una collezione di immagini scolpite nella pietra che si trova in territorio Anishinabe in Ontario, Canada, e sono sotto la protezione del gruppo nativo First Nations.

Sono considerati sacri, ed è proibito fare foto.

Le foto pubblicate sono d'archivio.

I petroglifi furono creduti perduti finché nel 1954 furono riscoperti da Charles Kingam.


Lo Sciamano e il Serpente. Alcuni simboli dei petroglifi del Canada sono molto simili ai graffiti della Valle delle Meraviglie in Francia

Scolpiti su un masso calcareo cristallino, le cui dimensioni sono 55 metri per 30, i petroglifi hanno sempre intrigato chiunque gli si sia avvicinato.

Secondo gli archeologi, le sculture risalgono a un’epoca compresa fra il 900 e il 1400 d.C., e si pensa che siano stati scolpiti dal popolo algonchino, che fa sempre parte del gruppo First Nations. Il nome attribuito dagli algonchini ai petroglifi è “Kinomagewapkong” che significa “la pietra che insegna”.

Molte teorie sono state fatte sul significato dei disegni, ad esempio l'immagine della barca si pensa si riferisca a una barca vikinga, infatti ad una osservazione attenta, sul fronte della barca si nota una testa di drago, tipica insegna vikinga.


Una delle moltissime barche rappresentate nei petroglifi, secondo uno stile che rispecchia le barche vikinghe

Il professor Barry Fell dell'università di Harvard addirittura li ha fatti risalire al 1700 a.C. Secondo lui, le pietre descrivono il viaggio sul fiume San Lorenzo di un re vikingo chiamato Woden-lithi (servo di Odino).

Invece secondo la teoria di David H. Kelley, ricercatore nell’ambito delle tradizioni Maya, i petroglifi sarebbero di origine europea, datati intorno al 10000 a.C.

Andis Kaulins, ricercatore nell’ambito del megalitismo, sostiene che i petroglifi sono una mappa stellare che risale al 3117 a.C., basata su una tradizione europea, che niente ha a che vedere con i popoli Nativi Americani.

Sul masso sono state contate 900 immagini, di cui 300 identificabili in barche, persone e animali. Tra le tante immagini spiccano anche Sciamani, simboli solari e figure geometriche. Le barche stilizzate che si trovano sul masso non possono essere identificate con lo stile nativo americano, ma rispecchiano lo stile delle barche dei graffiti nord-europei.

Immagini simili sono state ritrovate in Scandinavia e Russia.

Tuttavia i Nativi del Canada hanno adottato i petroglifi ritenendoli sacri. Una fessura nella roccia viene considerata sia come entrata nel mondo dell'aldilà sia come la matrice di Madre Terra che ha generato l'umanità.

Il luogo viene venerato come sacro dalla popolazione Anishinabe. Nel sito c'è anche una sorgente sotterranea, e lo sciacquio dell'acqua si sente in superficie. Il popolo Anishinabe interpreta il rumore dell’acqua percepito dalla roccia come la voce degli Spiriti che comunica con loro.


Mappa dei petroglifi di Peterborough


|
 

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube