Indigenous Peoples

Il pantheon Voodoo in Africa

Stampa E-mail
07 Luglio 2020
|
Cerimonia Voodoo in un villaggio del Benin
Cerimonia Voodoo in un villaggio del Benin

Lo spirito che incarna il mistero e il fascino


In questo articolo, andiamo a conoscere il culto del voodoo. Una religione a sé stante, tanto temuta quanto sconosciuta e misteriosa per la maggior parte di noi.

Qui scopriremo le basi, la cultura, il pantheon di questo culto ricco e affascinante.


“Ascolta più spesso

Le cose che gli esseri.

Si sente la voce del fuoco,

Ascolta la voce dell'acqua.

Ascolta nel vento

I cespugli in singhiozzi:

È il respiro degli antenati.

Quelli che morirono non se ne andarono ma

sono nell'ombra che si illumina

E nell'ombra addensante

I morti non sono sotto la Terra:

sono nell'albero che trema,

sono nel bosco lamentoso,

sono nell’acqua corrente,

sono nell'acqua addormentata,

sono nella capanna, sono nella folla:

I morti non sono morti."


Birago Diop, Narratore e poeta

(Leurres et Lueurs, Présence Africaine, 1960)


Le origini

Il Voodoo ha origine nelle primitive foreste sacre dell'Africa occidentale, come quella di Ouidah in Benin e quella di Osun-Oshogbo in Nigeria e risale agli albori dei tempi.

Rappresentazione del Botchio nel culto Voodoo
Rappresentazione del Botchio nel culto Voodoo

Inizia una migrazione in tutto il continente americano, specialmente in Luisiana, Haiti, Cuba e Brasile con la tratta degli schiavi.

La religione Voodoo è nata dall'incontro tra il culto tradizionale yoruba e le divinità Fon ed Ewe. Ha esteso la sua influenza con l'espansione del regno Fon di Abomey nei secoli 17 ° e 18 °. È il fondamento culturale dei popoli dalle migrazioni dagli Stati del Sud del Golfo del Benin.

Voodoo, che è pronunciato vodoun, è un derivato di una parola yoruba che significa dio o spirito. È l'insieme di forze o divinità invisibili i cui uomini cercano di garantirsi potere o benevolenza. È l'affermazione del mondo soprannaturale e l'insieme di pratiche che rendono possibile entrare in comunicazione con esso.

È il culto derivante da una cultura, un'arte, un patrimonio, una tradizione orale, riti, danze, musica, un'arte della medicina, ma anche un potere e giustizia.


Il Voodoo africano e del mondo intero

Il Voodoo, come abbiamo visto, proviene dall'Africa occidentale, ma è praticato ovunque gli schiavi siano stati trasferiti. Si è diffuso in America, nei Caraibi e ad Haiti.

Bandito da coloni e praticanti di altre religioni per i misteriosi rituali, è considerato malvagio e barbaro. In effetti, la celebrazione di questo culto era punibile con la morte o la prigione e quindi veniva praticata in segreto.

La cultura voodoo si è mescolata alla cultura delle società schiaviste incorporando rituali e concezioni di altre religioni al fine di renderla più accettabile.


La cultura Voodoo come arma politica?

Il culto Voodoo è una forza politica e spirituale contro l’abominio della schiavitù o è una potente arma di resistenza a qualsiasi forma di oppressione, sia culturale, spirituale o politica a causa del suo mistero e della paura che suscita?

Rappresentazione della divinità Mami Wata
Rappresentazione della divinità Mami Wata

Durante la tratta degli schiavi, i commercianti di schiavi usavano riti Voodoo per rompere qualsiasi resistenza alla deportazione. Gli schiavi dovevano girare attorno a un albero, chiamato l'albero dell'oblio, per dimenticare il loro attaccamento alla loro cultura, alla loro terra natale, alla loro religione e quindi poterli sottomettere meglio.

Questi schiavi (coloro che sopravvissero al viaggio) furono in grado di salvaguardare la loro fede e le loro credenze in modo frammentato attraverso canzoni, musica, balli o il loro culto in segreto.

È ad Haiti dove l'esempio è più evidente. Il Voodoo non solo è servito a mantenere vive le tradizioni e la cultura di origine africana, ma ha anche permesso loro di trovare la forza per sopportare le atrocità commesse durante la schiavitù grazie alla paura del voodoo (dall'ignoranza nasce la paura).

Furono i tamburi haitiani a dare agli schiavi la forza di ribellarsi e creare così la prima nazione nera in America. Sfortunatamente ciò si rivoltò contro di loro con l'arrivo di Papa Doc, meglio conosciuto con il nome di François Duvalier, che una volta al potere usò gli aspetti più oscuri della religione Voodoo per schiavizzare e spaventare il suo popolo e quindi sedersi al potere.


L’arte Voodoo, la resilienza di una cultura

L'arte Voodoo può essere un'arma contro l'oblio o è una testimonianza della resilienza di una cultura?

La religione Voodoo deve la sua "salvezza" alla sua incredibile capacità di integrare elementi delle culture dei Paesi in cui è impiantata, sia per essere più accettabile agli occhi dei non iniziati, ma può anche essere per lenire il trauma che i praticanti hanno sofferto nella loro storia.

La cultura Voodoo è riuscita a passare dall'arte primitiva che ispira la paura all'arte contemporanea che ispira il più grande fascino, pur mantenendo tutta la sua spiritualità e forza.


Qualche elemento essenziale della religione Voodoo

* I “Vévés”: sono disegni effimeri che non erano originariamente destinati all'illustrazione. Realizzati con polvere (bianca o rossa) di farina di mais, grano, cenere o mattone rosso.

Rappresentano una specie di codice per chiamare gli spiriti e le divinità. Il disegno viene eseguito tutto in una volta, tra le dita, a terra, le gambe divaricate per cerimonie specifiche. Sarà cancellato senza rimorso dai piedi delle ballerine.

Al di là dell'aspetto grafico, ha solo significato e forza per gli iniziati che eseguono i rituali ad esso associati. I Vévés sono specifici per ciascuna divinità e possono includere differenze regionali.


* Le Bandiere: sono elementi molto importanti nell'adorazione Voodoo. Realizzate con tele particolari, mettono in risalto personaggi o simboli legati alla religione Voodoo.

Rituale di una cerimonia Voodoo in Benin
Rituale di una cerimonia Voodoo in Benin

Le bandiere sono realizzate con tessuti, in cui paillettes colorate e perline sono cucite ad ago su un disegno precedentemente disegnato a matita. La bandiera è un elemento di comunicazione tra i seguaci, ha la funzione di salutare o accogliere lo spirito del voodoo.


* Le Bambole e altri oggetti di culto: sono stati a lungo considerati negativi come feticci o come emblema di una religione demoniaca. Dalla tradizione e scultura africana, sono fatti di legno, ferro o con oggetti di uso quotidiano. Sono sui troni e sugli altari e la loro funzione è quella di incarnare la divinità o lo spirito invocato, oppure hanno un ruolo catalizzatore di preghiere, desideri o contenitori per un'anima o un sentimento che è rinchiuso lì.

Nella tradizione Voodoo un oggetto inanimato diventa un mezzo, un supporto o la materializzazione del mondo invisibile.


* I canti, la musica e la danza: ballare, cantare e fare musica sono anche gli aspetti fondamentali della religione Voodoo, sono parte integrante dei rituali. I canti trasmettono un'emozione, ma hanno anche permesso di salvare determinati riti per via orale.

I tamburi sono in primo piano, sono il delicato legame tra il mondo umano e il mondo invisibile. La musica sacra, ma anche la danza, permette al seguace della divinità di cadere in trance e quindi lasciare che lo spirito incarni il suo corpo e si esprima così liberamente. Se i ritmi e le danze hanno differenze regionali, ogni spirito può essere persuaso solo dai ritmi ad esso specifici. Questo è il motivo per cui l'apprendimento è complesso e inizia in tenera età.

È attraverso tutti questi elementi che la religione Voodoo è stata in grado di sopravvivere fino ad oggi.

Adepto di una divinità Voodoo in trance
Adepto di una divinità Voodoo in trance

Entrambi intrisi di mistero e paura, sono il ricordo e le pietre miliari di questa religione. Ieri considerata un'arte malvagia, oggi con il valore e la forza spirituale si aggiunge il fascino e lo stupore di fronte alla bellezza estetica che è primitiva o contemporanea. Sia ieri che oggi, porta in sé il segreto di una spiritualità potente e benevola.


Il pantheon delle divinità Voodoo

Il Voodoo è un culto dedicato allo spirito del mondo invisibile. Ad ogni cerimonia, il sacerdote o la sacerdotessa chiedono aiuto allo spirito della divinità Legba per aprire le porte dei due mondi. Il Voodoo è innanzitutto l'adorazione delle forze della natura come il mare, i fulmini, le malattie, ecc.

Ecco un elenco non esaustivo perché ci sono variazioni a seconda del paese in cui viene praticato.

* Dan : il pitone, animale sacro, ha assistito alla creazione e sostiene l'universo. Il suo culto è diffuso nella regione di Ouidah, dove ci sono molte case di serpenti.

* Mamiwata : (Mamui Ata che significa "Scuoto le gambe", per mantenere ciò che la dea ha seminato): è la dea madre delle acque ed è sia nutriente che distruttiva. Simboleggia il potere supremo. È spesso raffigurata come una sirena o una donna che brandisce serpenti.

Adepto della divinità Hoho durante una cerimonia del culto Voodoo
Adepto della divinità Hoho durante una cerimonia del culto Voodoo

* Mawu : (pronunciato uomo-tu che significa "inaccessibile") è il Dio supremo che regna sulle divinità. Non è rappresentato da nessuna parte, in alcun modo, né associato ad oggetti come gli altri dèi perché non ha forma. Non interviene nella vita degli uomini, e giustamente ha creato gli dei Voodoo per essere in relazione con gli uomini e il mondo: è più un concetto che una divinità. Si dice che sia benevolo con tutte le creature.

* Les botchio : spiriti o divinità inferiori, ce n'è una moltitudine. La loro funzione è quella di entrare in comunicazione o collaborare con gli umani. Questi spiriti si materializzano come un oggetto inanimato della natura.

* Gu: divinità di guerra e fabbri.

* Sakpata : Divinità della terra, della guarigione e della malattia.

* Gambala, il dio serpente Voodoo del Benin: spirito di conoscenza (la divinità serpente). Il serpente e più precisamente il pitone è venerato perché è il legame con gli antenati. Incarna l'incommensurabile potere del bene. È rappresentato da due serpenti intrecciati verticalmente come l'armoniosa unione del maschio e della femmina. È colui che unisce cielo e terra sotto il comando di Mawu. Gambala è la divinità della salute e della prosperità. Incarna tutta la saggezza spirituale vudù portando la pioggia e fertilizzando il suolo.

* Lègba : È l'intermediario, il messaggero tra i due mondi. Il mondo del visibile e il mondo dell'invisibile.


La religione Voodoo deve la sua salvaguardia a coloro che hanno creduto nel suo potere e che nonostante tutti i tentativi di eradicazione sono riusciti a praticarlo in segreto, adattandolo poi alle culture dei Paesi in cui si è stabilito.

Ha permesso ai suoi seguaci di trovare la forza per sopravvivere a tutti gli abusi della schiavitù, di prendere il controllo del loro destino, di mantenere un legame con la cultura africana e di operare la sua resilienza con un'arte contemporanea altrettanto spirituale.


Ange Yvon Hounkonnou è Promotore dell'ecospiritualità nell'Africa occidentale e Presidente dell'Ecospiritality Foundation Benin e Corrispondente per l’Africa di Shan Newspaper


|
 

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube